Marina D'Angerio Ŕ di buona famiglia ed Ŕ una ragazza per bene ed impegnata culturalmente.

Tutti i suoi tentativi di ottenere aiuto da personalitÓ e da politici sono caduti nel vuoto, anche quelli fatti verso il Partito radicale ed esponenti loro legati vicini al "mondo scientifico" (es.la signora Coscioni).

Non ha formazione politica, ma in qualche modo ha avuto suo malgrado modo di conoscere persone di destra. Una cosa che Ŕ da noi riscontrata anche in altri casi censiti nel mezzogiorno.

Ha con noi un rapporto di conoscenza e di sostegno telefonico che le diamo, spesso, di tipo maturo e critico, anche se soffre moltissimo della tortura che le Ŕ inferta e delle caratteristiche personali che i suoi torturatori danno al "trattamento".

Ha compilato il questionario in maniera seria, ha parlato con medici.

Ha potuto fare degli accertamenti sanitari. Nel caso dell'EEG, anche nel suo caso Ŕ riscontrata una modesta attivitÓ di onde Theta, come nei casi di Paolo Dorigo, Paola Sbronzeri, B.D., ed altri casi censiti AVae-m.

Nel caso della TAC, pur non essendo state refertate, sono visibili particelle molto simili a quelle giÓ denunciate in altri casi, sia nella zona mascellare sinistra, sia da entrambi i lati nel setto nasale e seni sfenoidali.

(compilazione AVae-m 29-1-2008)