Come Funzionano le Dittature Moderne
(e come le Ho Scoperte!)
I Paletti Costitutivi di una Dittatura Moderna

Precedente

Indice

Successivo

  1. Generare una condizione di diritto, la più evoluta possibile.
  2. Assicurare lo stato di diritto a chi non è causa di un problema per la dittatura, in modo che non veda la repressione e non sia in grado di captare la sua esistenza, rendendolo fedele ai dittatori.
  3. Ricercare sempre una condizione esterna da incolpare d’inciviltà, azione che ha solo la funzione di dimostrare l’assenza di dittatura in loco e confermare lo stato di diritto supposto.
  4. Accentrare l’attenzione delle masse su informazioni e su problemi futili o di scarsa importanza reale che sono esaltati come problemi di elevata importanza sociale, per produrre opinioni differenti e impedire così un’alleanza tra le genti.
  5. Informare senza far conoscere la verità attraverso messaggi distorti, ambigui, incompleti o assolutamente falsi.
  6. Non generare mai una condizione di benessere reale, costringendo le masse a focalizzare la propria attenzione e il proprio tempo nella sopravvivenza, impedendo così di svelare la reale condizione sociale in cui vivono: è la crisi economica uno dei sistemi repressivi più efficaci.
  7. Generare una rete capillare d’infamatori e spie ad azione preventiva, che hanno il fine di localizzare un futuribile problema per la dittatura.
  8. Colpire il problema ed eliminarlo senza assumerne la colpa.
  9. È quindi vitale utilizzare metodi e mezzi invisibili.
  10. È di conseguenza vitale l’uso della psichiatria che è la Gestapo moderna, quindi con un’azione scenografica si genera una condizione attorno al soggetto pericoloso, che simula una patologia, il soggetto ingaggiato narrando cosa gli accade intorno, si auto accusa di essere un malato di mente o attuando un comportamento difensivo che appare come un pazzo alle persone ignare e quindi è imprigionato e annullato con gli psicofarmaci.
  11. Corruzione, menzogna, ricatto e diffamazione sono i mezzi canonici per allontanare dal soggetto pericoloso genitori, amici, chiunque.
  12. Sempre con la corruzione, la menzogna, il ricatto e la diffamazione si genera una numerosa manovalanza a costo zero, che con l’inganno o per forza compie azioni illegali e di conseguenza non può più smettere di collaborare con la dittatura, poiché sono diventati ricattabili.
  13. Importantissimo è la preventiva preparazione ambientale, che non si risolve semplicemente con il servizio d’intelligence, bensì anche locando in tutto il territorio armi non letali, permettendo così di colpire chiunque ovunque, con il fine di sfiancare psicologicamente il soggetto pericoloso inducendolo alla resa e attraverso l’irraggiamento continuo anticiparne la morte, compiendo così un delitto perfetto e nel breve periodo alterarne il comportamento.
  14. Utilizzare intermediari tra i dittatori e la base esperti in legge e che hanno varie e numerose conoscenze e appoggi in campo sanitario, nella forza pubblica e altro.
  15. Assoldare mercenari professionisti (gang stalkers) che colpiscono con le armi non letali, organizzare scenografie per falsificare una psicosi, violano i domicili e altro ancora.
  16. È frequente l’uso di mezzi posti all’interno del soggetto pericoloso, con il fine di localizzarlo o influenzarne il comportamento, con l’impianto di microchip sempre all’insaputa del soggetto interessato.
  17. È norma interferire nel lavoro della vittima per farlo licenziare o impedire di trovarlo.
  18. Produrre un’azione preventiva con un continuo irraggiamento sul territorio con il fine di tenere sopita la popolazione, che diventa imbelle e non pericolosa.

Precedente

Indice

Successivo