9 OTTOBRE 2010

Ŕ MORTO OGGI A ROMA MAURIZIO BASSETTI,

UNO DEI FONDATORI DELLA AVAE-M, ASSOCIAZIONE DALLA QUALE NEL 2009 E'

SORTA L'ACOFOINMENEF.

Ŕ morto in ospedale dopo due giorni di ricovero, con i polmoni pieni d'acqua. Non era un reietto della societÓ, anzi, ma ha scelto di morire con una patologia tipica di chi non ha casa nÚ luoghi ove curarsi e ripararsi.  Ad ucciderlo non solo chi lo torturava ininterrottamente, ma anche chi decise di svilire e sconfiggere le sue denunce per quanto avvenuto nel 2003, quando venne aggredito e tenuto sequestrato in casa per un'ora da due sconosciuti.

Non si curava, certo a causa delle torture che subiva ininterrottamente da oltre 7 anni, e che se non avevano affievolito la sua determinazione a seguire ed aiutare sempre nuove persone, certamente lo avevano spinto ad una forma di rassegnazione verso l'impossibilitÓ di vincere a breve la nostra comune lotta.

RICORDIAMO IL SUO GRANDE CONTRIBUTO SOLIDALE, INTELLETTUALE E DI AIUTI,

CHE HA POTUTO DARE IN RAGIONE DELLA PENSIONE CHE PERCEPIVA PER IL

SUO PRECEDENTE LAVORO, ULTIMO COME ECONOMO A MONTECITORIO.

MAURIZIO BASSETTI DENUNCIO' ALL'INIZIO DEGLI ANNI '90 I SERVIZI DEVIATI

E LE LORO RUBERIE ALL'INTERNO DEL PARLAMENTO, E NON SI FERMO' NEGLI

ULTIMI ANNI, QUANDO NEL 2007 PUBBLICO' UN LIBRO CON MALATEMPORA,

SOTTO PSEUDONIMO, PROPRIO SU MONTECITORIO.

GIUDICANDO INADEGUATO L'AIUTO CHE POTEVA DARE ALLA NS.ASSOCIAZIONE,

SI RITIRO' DA ESSA NEL CORSO DEL 2008, DEDICANDOSI AD AIUTARE DETENUTI

ANARCHICI E A COLLABORARE CON IL MOVIMENTO ANARCHICO A ROMA.

INDIPENDENTEMENTE DALLA SEPARAZIONE CHE E' INTERCORSA DALLA NS.

ASSOCIAZIONE NEL 2008, DENUNCIAMO LO STATO ASSASSINO CHE HA

IRRISO LE SUE DENUNCE, CHE HA TACIUTO LE COLPE DI CHI LO HA TORTURATO

PER ANNI ED ANNI DOPO UN SEQUESTRO CON VIOLENTO PESTAGGIO SUBITO

DA IGNOTI NEL 2003.

ANCHE DI QUESTA MORTE I NAZISTI CHE USANO LO STATO E LE SUE LICENZE

PER TORTURARE MIGLIAIA DI DONNE E UOMINI, INERMI CITTADINI, DETENUTI

E INTERNATI NEI MANICOMI, DOVRANNO RENDERE CONTO ALLA STORIA,

E NON SOLO AD ESSA.

PAOLO DORIGO

COORDINATORE NAZIONALE ACOFOINMENEF

NEL MERITO: PROVOCAZIONE FASCISTA IN PEACELINK SU BASSETTI