A.C.O.FO.IN.M.E.NE.F.

 

Della stessa Autrice: http://www.associazionevittimearmielettroniche-mentali.org/GLIINTERNATI.htm

 

Contributo anonimo di una Vittima Donna (non ancora caso censito) di torture tecnologiche-elettroniche-mentali,

diretto alla nostra Associazione ed alle altre Vittime e persone sensibili

(Come per tutti i contributi personali nei nostri siti, fare attenzione

NON è possibile pubblicare questo contributo senza il ns.consenso che chiederemo all’autrice grazie)

 

 

To: <info@associazionevittimearmielettroniche-mentali.org>

Sent: Saturday, February 07, 2009 7:38

 

Ciao, anche se le tue e-mail non mi pervengono più( non le leggo e non ne
conosco la motivazione ), ti scrivo per esprimerti tutta la mia
adesione, il mio sostegno, la mia condivisione morale. Spero che la tua
battaglia vada in porto, che tu possa raccogliere quante più firme
possibili.
Il mio cervello continua ad essere martoriato perennemente, senza
stasi se non quella delle poche ore notturne di sonno.
Ho sentito per telefono XXX e anche lei preme lungo la via della
ricerca dei medici onesti disposti ad operare. Io diffido un poco
perché la mia problematica è differente ( sento mentalmente soltanto 3
voci di mafiosi abietti che si definiscono appartenenti alla cosca di
un clan " i villani ", clan probabilmente del mio paese di residenza in
provincia di XXXX, mentre il mio cervello è devastato da uno
stupidissimo e scioccante pappagallo, cioè costante ripetizione di
qualsiasi sciocchezza).I dolori nel corpo insieme a un costante senso
di asfissia sono all'ordine del " minuto", o dell'ora,e non
semplicemente all'ordine del giorno.
In queste condizioni difficilmente potrei esprimerti un aiuto
concreto. Ho deciso di far ricorso a un nuovo ciclo di terapie
analitiche, sia pure a intermittenza, non cioè continuo, benché la mia
disponibilità finanziaria non me lo permetta, coerentemente alle mie
possibilità di spostamento,alla mia capacità di circolazione.Gli
spostamenti in autobus continuano ad essere un 'indecenza. Avrei tanto
voluto impostare una battaglia in termini diversi, e cmq sulla base
della verità pulita e cristallina come l'acqua fresca. Purtroppo da
sola non mi è possibile pervenire a nulla, l'approdo è destinato ad
arenarsi perché quelli che denunciano isolatamente o singolarmente ( il
che è lo stesso) queste realtà criminali,  vengono licenziati col
mobbing o, nei casi più gravi, internati con i ricoveri coatti.
Recentemente ho appreso di alcuni casi di persone che dicevano di
assumere psicofarmaci e dicevano di sentire voci mentali e sono stati
internati. Come puoi ben capire, la situazione è gravissima ed il
terrore conseguentemente non è assente in me. Tutt'altro. Sapere che
persone in realtà normali sono destinate alle farse più pazzesche,
nonché alla beffa di questi meschini assassini che perseguitano alcuni
soggetti perché non hanno nulla di meglio di cui occuparsi, è
deprimente oggettivamente. Tuttavia personalmente non mi deprimo: la
grinta non mi manca. E'solo che non vorrei lottare da sola.
Il mio ragionamento è proteso a raccogliere quante più testimonianze
attendibili per fare una denuncia basata sulle cosiddette allucinazioni
collettive. E tu capisci bene di cosa io parli. Senza l'aiuto della
massa, e non necessariamente di quella illustre, non si arriva a
niente.
Sperando che non si tratti di un'utopia, per il momento ti saluto
augurandoti " in bocca la lupo" per lo sciopero della fame. Te pensa
che questi mafiosi mi fanno sentire anche l'odore del cibo che loro
stessi mangiano, o al contrario le puzze dei loro escrementi, e
vorrebbero pure che ci ridessi su.
Troppi tribunali hanno ostruito il mio ingresso, anche cioè il
semplice varco per denunciare il nefando utilizzo di queste armi a
distanza.Non hai idea di quante umiliazioni quotidiane sia costretta a
subire.
Ancora auguri.

 

LO SAPPIAMO, LO IMMAGINIAMO, E’ CIO’ CHE SUCCEDE A NOI.

PER QUESTO OCCORRE IMPARARE AD ODIARE CHI ODIA LA VITA NOSTRA E DEI POPOLI E DELLE PERSONE INNOCENTI