Abbiamo appreso da compagni che sono stati solidali con la battaglia che portiamo avanti da anni, che il 13 maggio, stranamente di martedì, e non di sabato quando avrebbero potuto esserci più partecipanti, c'è a Bologna una manifestazione nell'ambito della campagna contro la persecuzione dei comunisti.

A parte che la nostra è una Associazione che si occupa di diritti umani e di richiesta di messa al bando di ogni genere di arma tecnologica non convenzionale e di ogni forma di controllo e manipolazione ed interferenza mentale, avevamo già in precedenza avuto notizie di questa campagna e della strabiliante quantità di ,migliaia di firme raccolte (tra cui quelle di persone molto note anche in ambito istituzionale come la Jervolino, o scientifico). Mentre invece l'Asp, che è nata su un lavoro pluridecennale che anche il nostro coordinatore nazionale fece e pagò con carcere e persecuzioni, stranamente non ha dato la sua firma al nostro Appello per una nuova democrazia, avendo invece partecipato alla campagna di solidarietà con l'allora nostro futuro coordinatore nazionale, nel 2004.

Siccome nella "sinistra" i silenzi sono molti, troppi, anche considerando gli assalti sotterranei ed alle spalle in mille maniere portati a chi ci è e ci è stato vicino e solidale, e siccome riteniamo che in molti, troppi, NON abbiano capito il senso profondo di disprezzo per la falsa politica dei governi Prodi ecc.ecc. che ha prodotto in soli due anni quasi 4 milioni di astensioni elettorali in più.

Siccome non ci è piaciuto che sia stata fatta saltare la legge contro la tortura, anche con il contributo del gruppo del Senato del PRC.

Siccome NUN SIAMO FESSI NE' CAROGNE come invece sono TUTTI COLORO che potendo darci una mano, ce la negano.

Siccome sappiamo che la nostra battaglia E' STRATEGICA perché noi non siamo capitalisti, sfruttatori, aguzzini, torturatori, ma cittadini e cittadine, in gran parte proletari, che non possono nemmeno lavorare a causa dei "trattamenti" che subiscono e che dilapidano i possibili aiuti dei familiari e degli amici in una vita fatta di sofferenza di aggressioni psicologiche e di stalking di gruppo e calunnie a gogò coperte e nascoste da menzogneri silenzi (di quei tanti che ne potrebbero parlare se fosse Uomini e invece sono uomini di merda), ed E' STRATEGICA perché TUTTI I BORGHESI INVECE ne conoscono gli aspetti e i funzionamenti trincerandosi in una muraglia infame di maschere e di coperture, nella quale si son tirati dentro la grandissima parte dei sedicenti partiti comunisti in Italia.

Siccome abbiamo chiesto spesso all'ASP una mano, anche in campo medico, lo diciamo senza problemi.

NOI NON CI SAREMO.

NOI STIAMO SOLO CON QUEI COMITATI E REALTA' CHE CI DANNO O CI HANNO DATO IN PASSATO SOLIDARIETA' SENZA MAI RIMANGIARSELA, PERCHE' NOI SAPPIAMO CHE I TRATTAMENTI CHE SUBIAMO NON HANNO NULLA DI MEDICO O DI PSICHIATRICO, MA SONO ESSENZIALMENTE LA PARTE NASCOSTA E STRATEGICA DELLA SITUAZIONE GENERALE CHE VIVONO I PROLETARI, DI CUI LE PERSECUZIONI POLITICHE CONTRO I RIVOLUZIONARI, GLI ANTIFASCISTI, GLI ANARCHICI, GLI ANTIMPERIALISTI ED I COMUNISTI SINCERI, SONO PARTE.

NOI RICONOSCIAMO CHE POSSANO CHIAMARSI COMUNISTI SOLO QUEI COMUNISTI CHE CONDIVIDONO LA NOSTRA BATTAGLIA, GLI ALTRI LI CONSIDERIAMO NAZISTI O FESSACCHIOTTI CHE CREDONO ALLE FAVOLE.