Come ACOFOINMENEF (già AVae-m) aderiamo in linea di massima alle due manifestazioni.
Restiamo in attesa di un testo da decidere in comune e soprattutto di una lista delle associazioni
aderenti o delle Vittime che sottoscrivono poi il testo.
Proporrei anche di mettere una lista aperta delle adesioni.
Ciao
Paolo
 
Da Rudy di Fedame
28 marzo 2009
Per la vostra informazione
Le vittime del controllo mentale in Europa organizzano una manifestazione pacifica a Strasburgo il 22 giugno davanti alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, Allée des Droits de l'Homme e il 23 giugno, davanti al Consiglio d'Europa dalle 10 alle 17.30 in entrambi i casi.
Vogliamo manifestare contro l'uso di armi psicotroniche elettromagnetiche e neurologiche, per sperimentazioni di tipo nazista sui cittadini innocenti e a loro insaputa e chiediamo una legge che vieta al livello europeo e mondiale la fabbricazione, il possesso, il trasporto, il commercio e l'uso di tali armi.
_____________________________________________________
 
La prossima seduta plenaria del Parlamento europeo dopo le elezioni si terranno solo il 14,il 15 e il 16 luglio. Queste date non ci convengono, perché moltissimi partecipanti potenziali non sono disponibili dalla 2a settimana di luglio in poi.
Le date del 22 e 23 giugno che ho selezionato sono comunque molto importanti, perché la settimana del 22 giugno è la settimana della sessione plenaria dell'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa.
______________________________________________________


Versione italiana di una lettera inviata ad alcuni Eurodeputati.
 
Atto terrorista che coinvolge l'uso delle armi elettromagnetiche e neurologiche contro la popolazione civile.
 
Egregi Signori,
In conformità con le competenze della Commissione Europea DG Giustizia, Libertà e Sicurezza, vorremmo chiedervi di approntare urgentemente le misure legali, per proibire e sanzionare l'uso delle armi psicofisiche contro la popolazione civile.
Siamo vittime di questi atti di persecuzione che coinvolgono queste armi. Il terrore elettromagnetico e il genocidio clandestino della popolazione nell'Unione Europea verebbero da una organizzazione denominata "Operation Gladio" , cioè la NATO. In Russia ed in alcuni stati degli Stati Uniti., la detenzione e l'uso delle armi psicofisiche sono già proibiti dalla legge, mentre l' Unione Europea e gli stati membri consentono le azioni criminali della NATO e dei servizi segreti sui loro territori, senza alcuna limitazione.
Violano continuamente i diritti costituzionali di innumerevoli cittadini dell'Unione Europea con implacabili atti di tortura elettromagnetica, che a lungo termine causano malattie e perfino una morte prematura. Violano i diritti di esistere così come la integrità corporea. Violano le leggi costituzionali usando sostanze biologiche e chimiche contro civili innocenti, senza ovviamente il loro consenso o  la loro conoscenza. Il diritto alla privacy è violato da una sorveglianza totale, dall'intrusione fisica ed elettronica nella residenza della vittima, dalla violazione della segretezza postale, ecc. Inoltre, mediante l'uso continuo di sabotaggio elettronico violano i diritti che proteggono le proprietà dei cittadini. In questo modo impediscono totalmente la mobilità di una persona. Ostruiscono continuamente con mezzi tecnologici illegali ogni accesso alle informazioni, la diffusione delle notizie e tutte le comunicazioni. Violano senza tregua i diritti di personalità con varie forme di terrore psicologico e di diffamazione, per isolare le vittime dalla società, per intimidirle, tormentarle e torturarle.
Abbiamo oltre 800 testimonianze delle vittime del mondo intero che potremo trasmettervi, se desiderate. Nessuno argomento legale puo giustificare tutto questo. Ma, poiché le autorità ed i politici puramente e semplicemente negano tutto e poiché la polizia ed il sistema di giustizia ignorano le querelle delle vittime, i criminali sfruttano il sostegno dei governi nell'arbitrarietà totale e nell'impunità assoluta. Nella relativa risoluzione A4-0005/99 del 28 gennaio 1999 l' Europarlamento "chiede una convenzione internazionale per una messa al bando globale di tutte le ricerche e di tutti gli sviluppi, nonche´ dell'impiego di armi che possono consentire qualsiasi forma di manipolazione degli esseri umani" (§27).
I parlamentari europei sono informati di questo, ma mantengono regolarmente il silenzio circa le innumerevoli violazioni dei Diritti dell'Uomo nell'Unione Europea. Gli hanno ovviamente messo la museruola in base alla partecipazione della NATO e gli hanno chiesto di non impicciarsi degli affari militari clandestini dell'alleanza di difesa. La ricerca storica ha dismostrato che " Operation Gladio" commise omicidi sanguinari, così causando l'assassinio di molti cittadini non colpevoli dell'UE. I parlamentari sono semplicemente stati messi a tacere su questo argomento. Si prega di leggere la pubblicazione di Daniele Ganser “Nato's Armies secrecy: Operation Gladio and terrorism in Western Europe" http://www.danieleganser.ch/ .
Se la costituzione europea ed i diritti dell'uomo che questa costituzione garantisce valessero ogni singolo centesimo, sarebbe necessario creare condizioni legali che autorizzassero le autorità democratiche dell'UE a soddisfare i loro obblighi e ad adottare le misure contro parecchie violazioni di diritti dell'uomo perpetrate dalla NATO e dai servizi segreti europei. Ecco perchè chiediamo urgentemente che presentiate dei progetti di legge e facciate il massimo per farli approvare. 
_________________________________________________
 
Se avete intenzione di partecipare alla manifestazione, ecco alcune informazioni utili circa la sistemazione:
La Residenza Amitel dove presi alloggio nel luglio 2008 riceve un sacco di riserve perché è molto moderna e non è costosa. Se volete andarci, è necessario prenotare la vostra stanza senza indugio. Ecco le tariffe:
Camera singola: 41 euro a notte in mezza pensione. Camera doppia: 36 euro a notte per persona in mezza pensione.
Mezza pensione obbligatoria. Non è possibile optare per il solo pernottamento e prima colazione. Regolamento di 5 euro all'anno per la membercard obbligatoria. 

 FOYER AMITEL
8 rue Soleure
67000 Strasbourg
Tel +33..(0)3.88.36.15.28 Fax. +33.(0)3.88.36.71.92
www.residence-amitel.fr