il 6-4-2008 un personaggio di cultura cyber, che ci aveva contattato nel 2006, aveva avuto da noi e da Paolo Dorigo in particolare ogni genere di aiuto e disponibilità per far emergere la sua situazione di Vittima, di nome Dario B., giovane milanese ed informatico, rispondente alla casella mail daeryo@email.it, dopo un anno da una sua calunnia per sms, ridicola ma grave perché connessa ai contenuti delle torture che Paolo subisce almeno dal 2002, e quindi di esclusione con la nostra stima che si trattasse di persona gravemente "interferita" sino al punto di scambiare in forma paranoide ed egocentrica la mancanza di nostre telefonate alla sua persona, per mancanza di solidarietà e disponibilità, ha mandato un'altra sms a Paolo, scrivendo dal suo punto di vista "ironicamente" "puoi sempre inginocchiarti e pregare".

Personalmente Paolo denuncia questo losco figuro come provocatore per i seguenti motivi:

1.    Sin dal 2006 ha dimostrato una enorme conoscenza del mondo cyber ed una quasi fideistica fiducia nelle possibilità di utilizzare in positivo questi infami strumenti (microsistemi cerebrali, elettrodi, microchip, ecc.)

2.    Allorquando ha fatto i primi esami, gli si è data ospitalità e disponibilità a farli in un ospedale disponibile, su prescrizioni di un ns. medico disponibile. Non ha mai voluto portare fuori più di tanto il suo caso e l'unica pagina che ci ha proposto di pubblicare, riportava di un oggetto posto nelle parti genitali, ma probabilmente per sua stessa -successiva alla pubblicazione della pagina- ammissione derivante da una operazione volontariamente subita che lo rendeva necessario correttivo (cfr. in http://www.associazionevittimearmielettroniche-mentali.org/REFERTOcasoN16.htm    ). Dopo averci fatto riscontrare che anche l'EEG portava sue onde theta come in diversi altri casi, è venuto a fare la TAC, ma non solo non è venuto a ritirare il referto, e nemmeno ci ha spedito la delega per ritirarlo, ma ha anche creato un precedente negativo nell'ospedale avendo fatto passare più di 3 mesi dall'esame senza ritirarlo.

3.    Successivamente ha trovato lavori fortemente remunerativi in campo informatico, anche in Veneto, e ciò nonostante si è guardato bene dal collaborare al nostro lavoro od a farsi vivo.

4.    In precedenza, senza dirci nulla, almeno stando a quanto da lui riferito, aveva dato ordine alla sua banca di devolvere i suoi debiti alla persona di Paolo Dorigo in caso di morte. (Ns.ironia per dire che lui stesso aveva riferito di avere pochi soldi in banca).

Quanto poi avvenuto sia il 7 aprile 2007 dopo pochi giorni dal matrimonio di Paolo, su cui ironizzò da bastardo sciovinista e merda quale si è dimostrato umanamente scambiando un matrimonio con una "resa" da non si capisce bene quale "impegno", sia oggi, fa pensare che nel mondo cyber esistano persone CHE NON VOGLIONO CHE SI SAPPIA CHE CIO' CHE DENUNCIA L'AVae-m è ACQUA SANTA E CHE PERTANTO LA CERCANO DI INFILTRARE PER DENIGRARLA INDIRETTAMENTE.

CASO ANNULLATO: BD