ACOFOINMENEF 16-4-2010

 

PUBBLICHIAMO DUE CONTRIBUTI SINTETICI MA CHIARI ED ECCEZIONALI

DELL’EX PRIGIONIERA POLITICA – BR – FERNANDA FERRARI

 

NOTA BENE:

La Commissione Nazionale per le Neuroscienze ed il Presidente della Repubblica, i docenti e ricercatori di neurofisiopatologia sono tutti pregati di smetterla.

Già nel 1995 rivendicavano agli studenti del Politecnico di Torino di attuare esperimenti di MK Ultra nelle carceri americane. Oggi questi giochini sono sport nazionali in Italia.
Chiediamo a quelle persone che si ritengono ancora di “sinistra” in campo medico, di rompere il silenzio e di aiutare le Vittime di questi trattamenti, con operazioni di espianto e verifiche cliniche complete, con solidarietà, concerti di finanziamento alla ns.Associazione, e soprattutto, con l’onestà che il loro silenzio sinora ha oscurato.

 

 

Una tesi e ricostruzione scientifica di

 

Fernanda FERRARI, gennaio 2010

 

FISIOLOGIA del  circuito cerebrale

 

 

Tutto inizia dal pensiero o controllo della mente. Quando l'uomo compie l'atto respiratorio c'e' una frazione di secondo che va in apnea e si crea una stasi cerebrale con un vuoto colmabile dalla respirazione espiratoria. Gli ideatori di questo sistema di trasmissione del proprio pensiero agli altri soggetti  sono persone che stanno in armonia tra di loro, sono i ricchi e l'infamita' di salvezza detta in gergo infamita' di modena e mariapia che sono fasce sociali deboli detti in gergo proletari infami.

 

Questo sistema che oggi è un apparato  cioé include tante sfere di influenza e tanti strumenti o tecniche si chiama elettrofagia perché i primi soggetti colpiti mille anni fa sono stati colpiti nell'apparato di Broca quello del linguaggio: da lì si è sviluppato sulla fisiologia di tutto l'organismo e della testa colpendo il sistema cerebro spinale, nervoso centrale e periferico.

 

Si trasmette per anastomosi cerebrale, cioé utilizza quello che ho detto prima, il silenzio respiratorio che crea silenzio negli emisferi cerebrali e colpisce o le sinapsi del cervello o i neuroni creando dei blocchi del circuito cerebrale fino ad un vuoto endocranico e anossia degli emisferi che sarebbe morte cerebrale. Io però l'ho avuta per molto tempo e non sono morta. A livello di pelle si sentono dolori molto forti alla testa.

 

Da questo può intromettersi altro colpo e creare blocchi di attimi al sistema cardiaco.

 

L'energia che si trasforma in elettrica e/o magnetica viene prodotta da una scansione, cioé strappo di spazio tempo tra un cervello ed un altro con il filtro dell'aria.

 

Rubano le percezioni e i pensieri del soggetto colpito svuotando gli emisferi di pulsioni e/o input e anche ragionamenti  attraverso le "cose" dette prima o le voci interne o esterne che sono simili a discorsi che si sentono o si percepiscono soltanto. Le voci interferiscono con l'inconscio del soggetto colpito. Con il dolore che uno prova per via di queste infiltrazioni il soggetto che colpisce reca a sé il messaggio giusto e corretto che loro vagliano come alieni e traducono in risposta repressiva fisiologica, in poche parole con nuovi attacchi. Questo sistema e' di guerra e genocidio di persone e umanità.

 

Un contributo di Fernanda Ferrari

 

LA SOCIETA’ DEL MENO

 

Capire con gli occhi di oggi la società in cui viviamo che svolta verso orizzonti nulli e interni a pensieri dominanti di stampo  controrivoluzionario bisognerebbe partire dalla caduta del muro di Berlino e dal disfacimento dell'Unione Sovietica. Tanti discorsi e analisi sono state riportate ma tutte sotto il marchio della censura tranne quelle materialistiche che si sono attenute ai fatti.

 

Il mondo,  i partiti reazionari, le chiese  hanno immediatamente  colto l'occasione per emergere e portare  i paesi e le popolazioni indietro nella storia.   Il progresso viene rovesciato con esigenze di capitale e di globalizzazione per incrementare i profitti là dove con la guerra fredda erano raggelati e non sfondavano nel mercato: vedi le élite di grande borghesia a capitale nazionale,  vedi piccola impresa e costruire un élite  autarchica di potere a scaletta per tenere le briglie ferme sugli avanzamenti progressisti e rivoluzionari.

 

Molte frange della sinistra rivoluzionaria hanno nel frattempo abbandonato il loro patrimonio di lotta e non l'hanno adeguato alla nuova fase epocale, molti si sono votati a qualche religione e sono pertanto rientrati  nelle masse con la specificità del più forte, di colui che emergeva o reggeva lo scontro, facendo finta di non aver abbandonato nessun credo del prima.  Invece le cose sono andate diversamente.

 

Con gli anni di fuoco si sono aperte delle falle e voragini indescrivibili tanto che la società ha mantenuto un livello di convivenza civile e non è diventata un far west, sono mutati i soggetti  vuoi per qualunquismo,  vuoi per rientrare a vita personale e privata.  Chi è andato avanti sul terreno della lotta e della guerra ha dovuto e deve fare i conti con questa situazione diffusiva.

 

IL progetto delle borghesie e dei poteri è quello di smantellare il ribellismo di questi quarant'anni e, approffittando del fatto che la maggior parte si è chiusa nel silenzio, rubarne il patrimonio di liberalizzazione dei rapporti umani

 

La strategia di guerra antiterrorismo iniziata più di trenta anni fa è una strategia della tensione che ha scelto e sceglie soggetti che disputano nello scontro e vengono ritenuti bravi con le idee chiare e vengono attaccati con sistemi invisibili attraverso l'uso di materie biochimiche,  fisiche e tecnologie, creando campi magnetici e onde elettriche che colpiscono i corpi e le teste. Si insinuano e penetrano anche con voci  e costringono il soggetto a non pensare. Le conseguenze sono moltissime, da blocchi motori o psico-motori a traumi veri e propri fino a malattie della psiche e fisiche e non ultimo la morte. Questo rientra nel progetto di disfarsi di tutta la memoria del comunismo e della ribellione che dal '68 in poi non si è più fermata esprimendosi con forme diverse a seconda della congiuntura o della fase. Costruiscono le malattie.  Come mangiare una caramella.

                                                           

La società ha visto su questo terreno fasce sociali differenti della popolazione: ricchi,poveri,  gente comune, giovani e giovani donne e adulti.

 

Di fronte a questa situazione si pongono diverse ipotesi:

1) continuare nelle forme più opportune la lotta di classe che dia risultati;

2) mettere le basi e costruire inventando forme di nostra società;

3) imprimere socializzazione e incontri contro tutte le forme di repressione e controrivoluzione.