ACOFOINMENEF

Un contributo di

Fernanda Ferrari

giugno 2012


Primo libro di Neurosensorialità artificiale – clicca qui se vuoi andare al testo saltando la prefazione


prefazione della Acofoinmenef

Questo contributo di Fernanda Ferrari, che da anni combatte una battaglia sociale a Genova contro le armi ad energia diretta e che oltre a Paolo Dorigo è l'unica prigioniera politica italiana ad aver denunciato l'utilizzo di torture tecnologiche, elettromagnetiche e subliminali sui detenuti in Italia (cfr. libro La tomba vuota con nome, Edizioni Lavoro Liberato), segue altri dello stesso tenore, in cui Fernanda cerca di inquadrare l'ambito “naturale” e “sociale” in cui le applicazioni del nazismo psicotronico si sviluppano.

E' indiscutibile oramai, dopo anni ed anni di nostre battaglie (dagli scioperi della fame di Paolo Dorigo dal 2003 al 2009, al ciclo di presentazioni del libro La tortura nel bel paese, edito da Angelo Quattrocchi che ha pagato cara la sua solidarietà, ancor peggio pagata da Maurizio Bassetti morto di tumore polmonare indotto da tortura tecnologica), che esista un progetto di ridurre l'Umanità a formicaio organizzato da un “re” e/o da una “regina”, è chiaro a tutti noi, come è chiaro a chi vorrebbe insinuarsi in questa materia per negare ed ammorbare la ns.battaglia come fanno e perseguono:

Questo contributo di Fernanda è utile ad inquadrare l'ambito, anche se dimostra che lei stessa si trova in difficoltà nel denunciare ancora, in una società di pazzi e depravati, quanto l'Occidente sta operando per distruggere l'Umanità, beninteso con il favore dei potenti, dei massoni, dei politici, degli industriali (quelli che NON si suicidano), dei sindacati confederali, dei militari, delle corporazioni scientifiche, mediche, farmaceutiche, dei militari, in una parola: dell'IMPERIALISMO.

Fernanda combatte in maniera “naturale” queste armi.

Qui cerca di fare il punto della situazione. Fernanda sostiene -e questo è molto interessante per noi della Acofoinmenef che ci chiediamo come mai con 270 Vittime contatti italiani-e in 7 anni, la gran parte di queste persone NON si dispone a lottare, teme di uscire in pubblico nome e cognome, e preferisce vivere in facebook ed amenità simili, che lottare in pubblico- che tra di noi Vittime, ci sono quelli che combattono le armi di interferenza, e quelli che non le combattono, che ne accettano passivamente la presenza o peggio, che si fanno attori delle stesse aggressioni che subiamo.

A volte viene da pensare che nella follia del nazismo ci fosse qualche cosa che spiegava la “necessità” tecnica delle forme orrende e disumane con le quali sono stati sterminati 20 milioni di esseri umani nei lager. Analogamente se si pensa all'utilizzo del fuoco purificatore da parte delle Chiese sedicenti cristiane nel medioevo. Se si facesse chiarezza su questo punto, si arriverebbe al nocciolo della questione di questi strumenti, che vengono usati da tutti o quasi tutti i centri di potere indipendentemente dalla ideologia palesata, e che quindi vengono celati alle masse, all'Umanità.

Perché la soluzione non può che essere rivoluzione, e non può passare per la psichiatria (responsabile di praticare tuttoggi il nazismo dei letti di contenzione e dei TSO) o per gli eserciti, ma può passare solo attraverso il costante utilizzo della VERITA'.

Paolo Dorigo coordinatore nazionale Acofoinmenef

30-6-2012




Fernanda Ferrari

Primo libro di Neurosensorialità artificiale


Penso che sia giunto il momento di provare a fare un bilancio della potenza delle tecnologie infrarosse (invisibili) sui nostri corpi e teste e l'ardua tenacia di tutela e difesa e/o distruzione da parte mia di esse.

Dai primi uomini sulla terra ad oggi il contesto su cui viviamo (il pianeta Terra) è un contesto di irraggiamento (emissione di radiazioni – Sole – astri – energia elettromagnetica naturale dell'uomo armonica con il cielo).

L'uomo come ogni altro essere produce energia e quindi onde elettromagnetiche (anche con la alimentazione, il linguaggio, le emozioni oltre che con il pensiero).

Da 40 anni molti uomini e donne interferiscono le loro onde elettromagnetiche con le nostre. E perché succede il caos neurofisiologico, biologico, metabolico, patologico o morte o malattia psichica o organica ?

Questo succede perché si scontrano onde emesse da noi positive cioè in ordine e in relazione con le onde degli astri con le onde di loro che sono negative cioè emettono una potenza di RADIO superiore a quelle emesse dal sole e dagli astri che arriva a noi con l'irraggiamento.

Quindi oggi da 40 anni viviamo in un contesto non più come nel passato, di semplice irraggiamento, BENSI' IN UN CONTESTO RADIOATTIVO.

Contro questo io ho fatto la forza potenziale di azione o di volontà: cioè ho agito e agisco in questo rapporto: massa (il mio corpo e la mia mente) : tempo (è in funzione di far vincere la positività delle onde elettromagnetiche come è di fatto il contesto naturale in cui viviamo come pianeta) = velocità (di azione e volontà). In poche parole superando la velocità della luce (nel decennio '80) sono riuscita a far sì che le onde elettromagnetiche negative NON mi dominassero. Invece loro che nel decennio '80 si muovevano nel rapporto velocità/luce poi sono stati costretti a passare a fine anni '90 al rapporto spazio/tempo cioè indeboliti nella velocità ed azione.

Le onde elettromagnetiche che si oppongono (come dire carica - e carica +) creano i danni nel fisico. Loro sono distruttivi soltanto noi siamo costruttivi e distruggiamo in tutti i modi la loro costruzione artificiale. Loro sono collegati con le loro onde alle onde delle apparecchiature tecnologiche.



pag. 3 di 3