Se nella mente della scimmia si agita il desiderio "voglio zuccherinio e frutta" una mano robot guidata dal pensiero lo esegue, senza che l'animale muova un dito. Succede alla University of Pittsburgh School of Medicine dove una scimmia Ŕ stata addestrata a comandare col pensiero un braccio robotico, il futuro delle protesi per persone paralizzate. "Il nostro obiettivo Ŕ creare delle protesi per persone con paralisi totale", ha detto Andrew Schwartz che ha coordinato gli esperimenti. I ricercatori hanno disposto dei micro elettrodi nella corteccia motoria della scimmia, l'area che impartisce i comandi. Questi segnali elettrici che indurebbero il movimento delle zampe della scimmia (bloccate nell'esperimento) vengono raccolti e interpretati da un computer che tramite essi fa muovere la protesi in kodo naturale. Teoricamente sarebbe una speranza pwr le persone costrette all'immobilitÓ per danni nervosi, che in futuro potrebbero muovendosi col pensiero le protesi. Ma visto che gli esperimenti interfaccia pensiero macchina da tempo ci sono, in realtÓ sono gli esperimenti sembrano entrare nel solo transumanista deell'essere perfetto grazie all'uso di strumenti tecnoligci. Mi sembra ovvio che qust'uomo "perfetto" (novella razza ariana) sarÓ solo un Ŕlite. Un aggiornamento del pensiero nazista.
------------------------
Fonte City mercoledý 29.05.08